Domande frequenti

Come funziona ReadSpeaker?

Questa domanda non ha una risposta univoca visto che abbiamo varie soluzioni di vocalizzazione text-to-speech. Per quanto riguarda le nostre soluzioni più diffuse, miranti a leggere ad alta voce le pagine web, ReadSpeaker può essere definito come un servizio basato su web che consente a chiunque abbia un sito di inserire all’interno delle proprie pagine il codice ReadSpeaker, ossia i nostri tag. È un procedimento simile a quello che succede quando inseriamo nel sito il codice di Google Analytics. Una volta inseriti i tag di ReadSpeaker nella pagina web, l’utente finale dovrà solo cliccare sul pulsante Ascolta per ascoltare la versione audio della tua pagina. Per ottenere questo risultato, ReadSpeaker fa uso delle più innovative tecnologie text-to-speech.

Come viene commercializzato ReadSpeaker?

ReadSpeaker è commercializzato come un servizio software (SaaS – Software as a Service) ospitato nella “nuvola” di nostra proprietà. I nostri clienti non devono quindi sobbarcarsi alcun onere per quanto riguarda l’infrastruttura hardware e software che è interamente a nostro carico. Il nostro modello di business prevede un contributo di attivazione una tantum, il cosiddetto set-up fee, e un canone annuo che include tutti i possibili costi di gestione (creazione iniziale dell’account, supporto tecnico, licenze, manutenzione, aggiornamenti). La tariffazione dipende dal numero di pagine viste mensili sul sito/app cliente oppure, come nel caso dei clienti della pubblica amministrazione, dal numero di abitanti del territorio cui si riferisce l’unità amministrativa (comune, provincia, regione, stato).

Gli utenti del mio sito dovranno scaricare qualche plug-in per poter utilizzare ReadSpeaker?

No, per poter usare ReadSpeaker gli utenti del tuo sito non devono scaricare nulla! Per ascoltare le tue pagine in versione audio basta che l’utente abbia un computer, smartphone o tablet munito di un browser (come Safari, Opera, Chrome ecc.) compatibile con i file mp3. Cliccando sul pulsante Ascolta, l’utente attiverà istantaneamente l’ascolto della tua pagina!

ReadSpeaker funziona sui siti HTTPS e quelli protetti da password?

Sì, è possibile implementare ReadSpeaker in modo tale da consentirne il funzionamento senza problemi anche su siti sicuri e siti protetti da password.

Sul mio sito ho un Content Management System (CMS). ReadSpeaker potrà essere integrato senza problemi?

I nostri clienti implementano sui loro siti decine di sistemi CMS di tipo diverso e non hanno mai incontrato alcun problema nell’integrare il nostro codice sui loro template. In più, per certi CMS particolarmente diffusi abbiamo addirittura creato dei plugins ad hoc che rendono l’integrazione ancora più semplice.

ReadSpeaker è in grado di leggere in diverse lingue?

ReadSpeaker al momento è in grado di vocalizzare siti e applicazioni mobili in  50+ lingue e oltre 150+ voci in quanto per quasi ogni lingua sono disponibili diverse voci sia maschili che femminili. Ovviamente la lingua in cui sono scritte le tue pagine web deve essere ricompresa fra le 50+ del nostro elenco.

Cosa succede se alcune parole non vengono pronunciate in modo corretto?

Dato che ogni realtà aziendale ha a che fare con termini che sono specifici del proprio settore di attività e che non sono contenuti nei normali dizionari, abbiamo la possibilità di creare dei dizionari customizzati così da tener conto anche del lessico tecnico specifico che non verrebbe letto da ReadSpeaker in modo appropriato. La stessa cosa vale anche per eventuali acronimi e abbreviazioni. Una volta effettuato l’inserimento nel tuo dizionario customizzato, anche queste parole particolari verranno pronunciate correttamente.

Come faccio a sapere quante volte i miei utenti hanno ascoltato le mie pagine web o le  mie app mobili?

ReadSpeaker tiene traccia di quante volte il pulsante Ascolta viene cliccato in ogni dato giorno e di quali pagine sono state ascoltate. Nel tuo account sul portale di ReadSpeaker potrai visualizzare comodamente le tue statistiche di ascolto sia su base mensile che giornaliera.

Dove è meglio posizionare il pulsante Ascolta?

La nostra raccomandazione è quella di posizionare il pulsante Ascolta vicinissimo al contenuto da vocalizzare e al titolo dell’articolo in modo che nella mente dell’utente si crei un collegamento immediato fra il contenuto che verrà letto e il pulsante Ascolta.

Siamo obbligati ad usare il vostro pulsante Ascolta?

Per ragioni di usabilità e per facilitare il riconoscimento da parte dei visitatori web abbiamo deciso di adottare un’icona ben definita che fa presente all’utente in modo chiaro e incontrovertibile che il sito su cui si trova al momento offre il servizio di vocalizzazione text-to-speech di ReadSpeaker. Vedendo l’icona, l’utente capisce già intuitivamente cosa succederà cliccandoci sopra ossia che verrà attivato l’ascolto audio della pagina. L’icona Ascolta è comunque disponibile in diverse lingue e in diversi colori e dimensioni. Opzionalmente, esiste anche la possibilità, per l’azienda cliente, di utilizzare una propria icona nei casi in cui l’icona di ReadSpeaker fosse in palese contrasto con l’impostazione grafica del sito.

ReadSpeaker può essere usato per vocalizzare i nostri file PDF online?

Sì, ReadSpeaker® docReader™ consente di ascoltare il contenuto testuale di file PDF, documenti Word e altri tipi di documenti in quanto li converte in un formato leggibile su web pur mantenendone l’aspetto grafico originale. In questo modo i documenti PDF e d’altro tipo possono essere visualizzati su tutti i browser e dispositivi, anche su quelli che non sarebbero compatibili con quel formato di documento.

Ho delle pagine web all’interno delle quali ci sono più lingue mescolate. ReadSpeaker può vocalizzarle?

Sì, ReadSpeaker Enterprise può passare automaticamente da una lingua all’altra. Questo risolve  il problema di quando una stessa pagina contiene sezioni o paragrafi in lingue diverse.

ReadSpeaker funziona anche sul mio dispositivo mobile?

Sì, ReadSpeaker Enterprise può essere utilizzato non solo dai PC desktop e portatili ma anche da apparati mobili come i cellulari a standard iPhone, Blackberry e Android, i tablet come l’iPad, i lettori MP3, le consoles di videogiochi, le tv internet interattive e i chioschi internet.